Informazioni sul tabacco

La pianta del tabacco appartiene alla famiglia delle Solanacee, la stessa delle patate, delle melanzane, dei pomodori, dei peperoni. E' annuale o talvolta poliennale, con fusto eretto, alto 1-3 metri, foglie ellittiche o lanceolate che contengono sali minerali, zuccheri, proteine, resine, essenze aromatiche, composti volatili e nicotina. I fiori sono molto graziosi raccolti in infiorescenze a pannocchia, il frutto è una capsula contenente semi piccolissimi di colore bruno, sferici o ellittici, vitali per 4-5 anni in condizioni ordinarie di ambiente.

Dall’America,  a partire dal XVI secolo, la pianta del tabacco si è diffusa rapidamente in tutto il mondo, differenziandosi in moltissime varietà, grazie alla sua alta adattabilità a differenti ambienti.

Oggi il tabacco è coltivato in un centinaio di Paesi di cui la maggior parte in via di sviluppo. I continenti dove la coltivazione è più diffusa sono l’Asia (soprattutto in Cina, India, Turchia) e l’America (Stati Uniti, Brasile), ma è presente anche in Europa (Italia, Grecia, Bulgaria, Polonia, Russia), Africa (Zimbabwe, Malawi) e Oceania (Australia e Nuova Zelanda).
Ogni regione dà risultati diversi. L’influenza del clima e del terreno è determinante.

La storia

Il tabacco arrivò in Europa con la scoperta dell'America, ma i popoli originari del continente americano lo fumavano a scopo rituale e religioso da moltissimo tempo.

del tabacco

Ci sono diverse varietà di tabacco, che si differenziano per caratteristiche, esigenze climatiche, cura delle foglie dopo la raccolta.

 

 

 

di tabacco

Principali tipi

1/4

Crediamo che il settore del tabacco debba essere sottoposto a una disciplina normativa capace di tutelare i cittadini e
contemperare i diversi interessi.



Regolamentazione