Link esterni

Fumo e salute

Gli studi statistici dimostrano che i gruppi di fumatori hanno una più alta incidenza di contrarre alcune malattie rispetto ai non fumatori: il fumo aumenta il rischio di sviluppare il cancro ai polmoni, malattie cardio-vascolari, malattie respiratorie e altri problemi legati alla salute. La gravità dei danni appare correlata all’età di inizio, al numero di sigarette giornaliere, al numero di anni di fumo, all’inalazione più o meno profonda.
Come produttori di sigarette sentiamo la responsabilità di evidenziare i rischi del fumo, dannoso in tutte le sue forme (sigarette, sigari, pipa, ecc.) e riteniamo che ogni consumatore adulto abbia il diritto ad avere le informazioni necessarie a fare scelte consapevoli. Siamo assolutamente contrari alla commercializzazione di prodotti del tabacco a minori. Rigorosi divieti e prescrizioni regolano le nostre attività di marketing.

Fumo passivo

Il fumo passivo è rappresentato dalla combinazione nell’ambiente del fumo prodotto dalla combustione di una sigaretta con quello che è stato prima inalato e successivamente espirato dal fumatore.
Numerose autorità sanitarie, tra cui l’OMS, hanno concluso che l’esposizione al fumo passivo aumenta il rischio di contrarre gravi patologie quali tumore al polmone e malattie cardiache nei non fumatori.
International Tobacco sostiene una regolamentazione che bilanci gli interessi dei fumatori e dei non fumatori.
Crediamo che i  fumatori dovrebbero essere rispettosi di coloro che li circondano e sconsigliamo nel modo più assoluto di fumare in presenza di neonati, bambini o donne in gravidanza.